“Molos, Marmara”, e situato in una delle piu belle zone costiere di Paros. La sua posizione cenral sulla costa orientale offre un facile accesso al soutth a tutte le spiagge a sud orientale come “Piso Livadi”, “Golden Beach”, “Faragas”, ecc, e al nord, tutte le spiagge del nord-est come “Tsoukalia”, “Ambelas”, “Santa Maria”, etc.

La spiaggia di “Molos” e probabilmente la piu bella spiaggia dell'isola. E 'un ambiente chiuso, baia naturale e Anemones Studios sono situati nel centro. L'acqua è davvero poco profonda ed è ideale per i bambini più piccoli. Il mare è come una grande piscina cristallina con un fondale sabbioso. La zona è ideale per il nuoto, pesca e sport acquatici come il surf, kite surf, ecc La passeggiata lungo la spiaggia è perfetta per gli amanti della natura in particolare nelle prime ore del mattino e subito dopo il tramonto. L'immagine mattina all'alba e la vista di sera della luna piena attraverso la baia di Molos, è sicuro di stupire!

Sul lato destro del di Molos (600m. Dagli appartamenti) si trova la spiaggia di “Kalogeros”, noto per la sua selvaggia bellezza e soprattutto per la sua argilla che è disponibile. Gli ospiti possono gustare clay-terapia dato gratuitamente dalla natura!

A pochi passi dagli appartamenti ci sono tradizionali ristoranti greci “taverne”, dove si possono gustare pesce fresco e piatti della tradizione locale. Il paese più vicino è “Marmara” (solo 1 km di distanza), dove c'è un supermercato, farmacia, panificio, ecc.

Altre distanze utili dai “Anemones Studios”:
- “Parikia” Port: 17km
- Aeroporto: 22,7km
- Fermata dell'autobus: 2km
- Porto per piccole imbarcazioni: 800m
- Servizi - Noleggio Attrezzature Surfing, Kitesurf, etc: 70m

Informazioni storiche del luogo:
La spiaggia di Molos, anche se di grandi dimensioni è perfettamente protetta, e si annida tra le colline “Kefalos” e “Antikefalos” ai piedi della quale gli archeologi ipotizzano che era l'antica città “Iria”. Oltre a ciò, sulle colline erano le antiche ceramiche di Paros. In cima alla collina, c'è anche il monastero di S. Antonio. Intorno ad esso, ci sono ancora i resti di un castello veneziano che fu distrutta dal famoso pirata “Barbarossa”, nel 1537.